Feeds:
Articoli
Commenti

Avevo abbandonato la mia creatura, e me ne dolgo. Avevo deciso di chiudere baracca e burattini, ma inaspettato come un brigante nella notte il cavaliere non mascherato – lui si palesa – mi invita a singolar tenzone. Potevo non accettare?

Mi permette innanzitutto, gentile Cavaliere Cristiano, di farle notare, a lei che sa della mia ignoranza, che nik name si scrive “nickname”? Ah già, ma questo è inglese, forse lei alle medie ha fatto francese, giusto?

Detto questo, perchè è così villano nei miei riguradi? Inutilmente villano? Perchè ho espresso la mia opinione senza avere la conoscenza? E noi quando diamine abbiamo fatto conoscenza? E lei come diavolo si permette di esprimere opinioni su di me senza la dovuta conoscenza? Ah già, lei ci ha detto che si chiama Cristiano e pertanto è autorizzato a esprimere opinioni. Se ora io le dico che mi chiamo Angela (ma era facile sa? A casa di Engi non era di difficile interpretazione, e neppure tanto nik name, ma questo è un altro discorso ) posso passare anch’io alle offese?

Sciccosissimo Cavaliere Cristiano, com’è che mi ha definito? Di ultima scelta? Guardi, le dirò, non sono proprio malaccio, sa? E’ anche vero che, come lei mi accusa, non ho messo in rete la mia foto, ma mi scusi,  c’è stato qualche editto in tal senso? Mi è sfuggita una circolare ministeriale? Era obbligatorio e io non ho adempiuto? A lei, scusi, che importa se in rete non c’è la mia foto? E poi, mi scusi esimio Cavalier Cristiano, ma lei altre foto non ne aveva? Perchè io, per non essermi mostrata, sarò anche di ultima scelta, ma lei che si è mostrato non è proprio ‘sto granchè, se lo faccia dire.

E impari, carino, che la prima regola della seduzione è l’educazione. E l’eleganza, che a lei manca, perchè, dolcissimo Cavalier Cristiano, io posso anche essere stata ironica nei confronti del suo “maestro”, ma mai maleducata. Lei, contrariamente, di ironico non ha nulla, forse la faccia, ma di certo è uno zotico. E il fatto di mettere in rete qualche fotografia della recita scolastica in cui si esibisce in un maldestro baciamano, non fa di lei un signore, tanto meno un signor seduttore.

Vedi Napoli e poi………

Mentre i paesi del terzo mondo ridono alle nostre spalle per avere (e avere avuto) un governo incapace di gestire quelle che dalle mie parti si chiamano scoasse altrimenti dette monnezza, vorrei ricordare il popolo campano per aver generosamente dato i natali a Totò, i vari De Filippo, Pasquale Barra detto “o animale” e per la classe e l’eleganza di Massimo Ranieri, nonchè per VideoNaples, fucina di nuovi talenti.

Sia ben chiaro che si tratta di un sito per intenditori, e consigliato per tanto solo a chi avesse la sensibilità adeguata per apprezzare e capire.

Natale, capodanno e simili

Avrei dovuto capirlo che le cose non sarebbero state facili da come si era messa la faccenda il giorno di Natale.

Verso le 11.00 parto con pacchi e pacchetti e le creme da spalmare sul panettone. Ogni anno mi propongo per qualcosa di nuovo, o magari anche solo in aggiunta, ma forse la mia famiglia pensa che so fare solo le creme da spalmare sul panettone, e così ho fatto! C’è da dire che stavo andando da mia sorella, dove notoriamente non si fanno incontri mondani, ma comunque mi ero messa al meglio: giacchetta, tacchetti e pelliccetta. Per dirla tutta sembravo una zoccola anni 70, ma insomma lì per lì mi pareva di stare bene. E’ stato quando mi è scoppiata una ruota in autostrada a 140 all’ora che, dovendo per forza di cose fermarmi sulla corsia d’emergenza e volendo scendere a fumare una sigaretta mi sono data un’occhiata. Vabbè, comunque sul bordo dell’autostrada non mi pareva il caso di scendere a fumare, e con le ruote che rantolavano ho raggiunto la piazzola dell’sos. Ho visto come si fa a cambiare una ruota alla punto, che ho a malincuore ceduto in cambio di un golf TDI che ancora odorava di nuovo.

Il 31 verso le 12.00, con il suddetto Golf me ne andavo in direzione Riccione pronta a festeggiare la fine e l’inizio nel migliore dei modi, ossia mangiando ai quattro palmenti al ristorante del mio amico, guido io perchè il proprietario del Golf ha la diarrea. Mi suona il cellurare: “ciao sono la E., volevo dirti che sono stata a casa di B. e abbiamo fatto sesso come matti, ora sono sul divano di casa mia a rimettere in ordine le idee”. Poco male, se non fosse che la mi amica ciosotta dedita alla lettura di tarocchi e simili mi aveva detto che B. non vedeva l’ora di fare sesso con me. Mai credere alle maghe ciosotte.

A Riccione a casa di Ale/proprietario del ristorante/amico fraterno, nel tentativo di riscaldarmi ho fatto cadere il phon e l’ho rotto. La sera al ristorante mi ritrovo a tavola con una che di mestiere fa la PR/Escort, il suo fidanzato mi ha detto che posso passare a casa sua quando voglio per fare sesso, ma senza il proprietario del Golf – che comunque in ogni caso non è legittimato a pretendere alcun genere di prestazione. Insomma, alla fine faccio per andarmene e un tizio dall’aria sinistra tenta un approccio tanto garbato quanto inutile. Pare si chiamasse Luca. Alla fine della fiera Ale/proprietario del ristorante/amico fraterno sotto gli effetti di non so quale droga gli ha pure dato il numero del mio cellulare, e il tizio dall’aria sinistra mi ha mandato degli sms garbati quanto inutili.

Detto questo BUON 2008 A TUTTI!!!!!!!

Natale alle porte #2

Detto che ognuno con i propri soldi ci fa quello che vuole, nel caso io segnalo.

Al Pantheon piove, eccome!!!

pantheon.jpg

7.08 del mattino, Eurostar per Roma. Carrozza strapiena, cambio subito posto. Famigliola felice: papà, mamma, bambino e bambina.

Papà: ma lo sapete che al Pantheon, quando piove, anche se c’è un buco sul soffitto, dentro non ci cade l’acqua???

Bambini ammutoliti in cerca di spiegazioni a cotanto miracolo.

Papà: eh sì. L’acqua evapora prima di toccare il pavimento.

Eh io perchè non lo sapevo? E soprattutto quei buchi per terra al centro del pavimento in marmo del Pantheon a che servono?

Verifico di persona. Vado diretta in piazza della Rotonda, mi porto all’entrata con la speranza di incontrare quelle guide con l’ombrello a mo’ di stendardo, con la speranza di origliare la soluzione al mistero. Ed eccolo lì, all’entrata, un cartello tra i cartelli: “L’acqua che entra dal foro nel soffitto quando piove, viene raccolta al centro del pavimento da una ventina di fori nel marmo“.

Al Pantheon ci piove, eccome!

La patatina di Beckham

Ecco, sì, non si tratta di quella della Spice, ma di una vera patata fritta, soggetta a marciume e messa in vendita qui!

Natale alle porte

 L’anno scorso avete fatto una figura caprina riciclando il solito candelotto profumato, che ormai puzza peggio della vostra pattumiera? Bene, quest’anno non fatevi cogliere impreparati. Zia engi propone:

un’elegante e raffinata chiavetta USB

due deficienti che si allenano per l’edizione 157  dell’isola dei famosi, e soprattutto dei cretini

rinoplastica reversibile

questo per l’uso che si vuole

il tutto come sempre in vendita qui